Caravaggio, il vero Matteo - 2a edizione

  • I capolavori per San Luigi dei Francesi a Roma. Storia e significato

  • Sara Magister

  • Collana
    Storia dell'arte
  • Anno
    2020, II edizione
  • Pagine
    272, con oltre 160 illustrazioni a colori e in b/n
  • Formato
    16,5 x 24 cm
  • ISBN
    978-88-85795-43-3

  • Prezzo
    € 40,00€ 38,00  Sconto 5%

L’autore

Sara Magister è dottore di ricerca in antichità classiche e specializzata in storia dell’arte moderna. Ha pubblicato una monografia sul cardinale Giuliano della Rovere per l’Accademia dei Lincei e diversi articoli scientifici sul collezionismo rinascimentale e barocco. Ama intrecciare la ricerca filologica con l’alta divulgazione: nell’insegnamento universitario, nel giornalismo di settore, nel turismo culturale.

L’opera

Nei racconti del Vangelo, Matteo è un “pubblicano”, uno che riscuote le tasse per conto dei romani, un infame che collabora con l’oppressore. Eppure Gesù lo vede, lo chiama. E lui lascia tutto e lo segue. Sarà apostolo ed evangelista. Sedici secoli dopo, a Roma, chiedono a un pittore nemmeno trentenne, noto come il Caravaggio, di dipingere quella chiamata per la chiesa di San Luigi dei Francesi. La committenza è esigente. Vuole fedeltà al testo evangelico, ma anche capacità di renderlo attuale, come il Concilio di Trento ha prescritto agli artisti. La risposta del Caravaggio è geniale. Fa irrompere il Cristo in un vicolo della Roma del 1600, nella stamberga di un usuraio. E lì, tra quegli uomini, giovani e maturi, affaccendati attorno a un tavolo su cui si contano monete, chi è il Matteo che Gesù chiama? È l’uomo d’età, ben vestito, che sta al centro e si volta con sguardo incuriosito e turbato? O è invece il giovane a capo del tavolo, incurvato sui soldi, il più lontano di tutti, ma sulle cui spalle si posa la luce calda e accogliente della Grazia? La scelta del Caravaggio fu netta, rivoluzionaria. E decretò l'immediato e travolgente successo del suo dipinto, tra i cuori semplici del popolo, ma ancora più tra i dotti. Il “vero” Matteo è colto nell’attimo del dramma interiore, della scelta tra le due vie del male e del bene, della soglia decisiva su cui anche lo spettatore riluttante è trascinato invincibilmente, alla vista di questo capolavoro della pittura di ogni tempo, ancora oggi straordinariamente attuale.

Il volume è vincitore del Premio Nazionale “Città Cristologica 2018”, indetto dalla Fondazione Lucana Antiusura per studi e opere sulla figura di S. Matteo.

Sommario

Prefazione, Antonio Paolucci – Introduzione. La vita di Matteo secondo Caravaggio Capitolo I. I committenti Capitolo II. Regole e modelli Capitolo III. Rivolti a noi Capitolo IV. La Chiamata di Matteo - 1. L’ufficio del gabelliere - 2. Gesù - 3. Pietro - 4. I due giovani dandy - 5. Il nobile barbuto - 6. L’anziano in pelliccia - 7. Matteo - 8. Lo sguardo del tempo – Capitolo V. La scrittura del Vangelo Capitolo VI. Il Martirio di San Matteo Capitolo VII. Nel cuore della Chiesa cattolica Capitolo VIII. Leggenda nera Capitolo IX. Nuove forme per dire altro. – Vita di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, Michele Cuppone – Note APPARATI - Fonti e bibliografia – Indice dei nomi, dei luoghi e delle opere di Caravaggio citate - Crediti fotografici