DONATO BRAMANTE

«LUCE & INVENTOR DE LA BUONA & VERA ARCHITETTURA»

  • a cura di Francesco P. Di Teodoro, Jens Niebaum

  • Collana
    Quaderni della Bibliotheca Hertziana
  • Anno
    2021
  • Pagine
    368, con oltre 170 illustrazioni a colori e in b/n
  • Formato
    16,5 × 24 cm, brossura
  • ISBN
    978-88-85795-76-1
  • Lingua
    italiano / tedesco / inglese

  • Prezzo
    € 50,00 € 47,50 Sconto 5%

L’opera

Lo storico Plutarco, riferendosi nella Vita di Pericle ai monumenti dell’acropoli di Atene, afferma che per la loro bellezza, via via che venivano costruiti erano già classici. Lo stesso dovevano aver pensato i contemporanei nei riguardi di Donato Bramante (–), tanto che Sebastiano Serlio non esitò a includere le sue architetture fra le antichità del Terzo Libro (): una riprova del carattere esemplare, anzi normativo, che esse avevano immediatamente assunto. Bramante era stato davvero «luce & inventor de la buona & vera Architettura». Questo libro rende conto della sua creatività e dei non pochi problemi che le sue opere ancora pon- gono, segno della loro perenne vitalità. Il disegno architettonico, i rilievi eseguiti con i più moderni strumenti di rilevamento laser-scanner, le tecniche costruttive, i modi della progettazione, la statica, l’indagine diagnostica su pietre e inchiostri impiegati nei fogli autografi di Bramante, effettuata con metodi non invasivi e con l’impiego di una strumentazione all’avanguardia, sono alcuni dei soggetti dei saggi che caratterizzano il libro. I contenuti del volume, e in particolare il notevole nucleo di studi sulla basilica di San Pietro, costituiscono pertanto un contributo determinante all’analisi critica del Bramante romano.

Sommario

Introduzione, Francesco P. Di Teodoro, Jens Niebaum - Bramante e l’aspirazione alla maniera universale, Francesco Paolo Fiore – BRAMANTE DA MILANO A ROMA - Alla ricerca dell’harmonia al tempo di Bramante: Riflessioni sullo sviluppo di un concetto estetico, Emanuela Vai - Un mausoleo per Francesco Sforza? Storia e mito, Maria Beltramini - Bramante a Roma: la quarta dimensione dello spazio architettonico, Federico Bellini - «una fontana molto ab- bo(n)dante di acque»: sulla funzione della «scala a lumaca» bramantesca, Marco Di Salvo - «Fu inventione di Bramante»: il Tempietto nel primo chiostro del Monastero di San Pietro in Montorio, Flavia Cantatore – BRAMANTE E IL DISEGNO ARCHITETTONICO - Beobachtungen zu Bramantes Entwurfsmethodik und -systematik: Freihand-, Quadratraster- und Reinzeichnungen, Hans Hubert - Le pietre di Bramante. Determinazioni tecnico-linguistiche leonar- desche in fogli di progetto per San Pietro, Piera Giovanna Tordella - Metodologie scientifiche non invasive applicate allo studio di disegni bramanteschi del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi: risultati e prospettive, Maurizio Boni, Mario Lazzari, Curzio Merlo, Vanina Miguel – LA BASILICA DI SAN PIETRO - I primi progetti per la ricostruzione della Basilica di San Pietro: DUE propostE ideali fra Oriente e Occidente, Hubertus Günther - Bramantes Tegurio in St.Peter: Architektur und Zeit, Jens Niebaum - »It is perhaps the most impractical project for an actual building to have survived from the Renaissance«. Überlegungen zu der von Bramante für Neu-St.-Peter geplanten statischen Struktur, Wolfgang Jung - Sulla questione dei pennacchi per la cupola di San Pietro, Francesco P. Di Teodoro - Guardare, vedere, capire. Rilievo metrico e rappresentazione come verifica della geometria della cupola di San Pietro, Fulvio Rinaudo, Ursula Zich, Ugo Comollo – RIFLESSI BRAMANTESCHI - Palladio e Bramante, Donata Battilotti - La fortuna caravaggesca dell’incisione Prevedari, Filippo Camerota