Architettura e committenza intorno ai Gonzaga 1510-1560

  • Modelli, strategie, intermediari
  • Francesca Mattei

  • Collana
    Saggi di Storia dell’Arte
  • Anno
    2019
  • Pagine
    372, con oltre 100 illustrazioni a colori e in b/n
  • Formato
    15,5 x 21,5 cm
  • ISBN
    978-88-85795-28-0

  • Prezzo
    € 40,00€ 38,00 Sconto 5%

L’autore

Francesca Mattei, architetto e storica dell’architettura, si è laureata all’Università IUAV di Venezia, ha ottenuto il Master Europeo in Storia dell’Architettura presso l’Università degli Studi “Roma Tre” e il dottorato in Storia dell’Architettura e dell’Urbanistica presso l’Università IUAV di Venezia. È stata assegnista al Politecnico di Milano-polo territoriale di Mantova e borsista della Alexander von Humboldt Stiftung presso la Humboldt-Universität zu Berlin. Le sue ricerche riguardano la storia dell’architettura moderna, lo studio dei disegni d’architettura, l’eredità dell’antico nell’architettura del Cinquecento. Dal 2018 è professore associato di storia dell’architettura all’Università degli Studi “Roma Tre”.

L’opera

Sebbene le vicende dei Gonzaga come committenti d’architettura rappresentino un tema ampiamente esplorato dagli studiosi, prevale nella storiografia un’interpretazione fondata sul rapporto eroico artista-mecenate, a discapito delle altre figure che hanno contribuito a costruire la Mantova rinascimentale. Poggiando su una approfondita indagine delle fonti archivistiche e servendosi di un approccio multidisciplinare, questo lavoro ricostruisce in maniera originale il profilo di artistic adviser di letterati e agenti della diplomazia gonzaghesca, offrendo una insolita visione della città di Giulio Romano e fornendo un nuovo contributo per la conoscenza di una delle corti più affascinanti nell’Europa del primo Cinquecento.

Sommario

Introduzione: intorno ai Gonzaga – I. “Sua signoria ne ha gran spasso che par di ser in villa”. Architettura, ozio e magnificenza nella Roma di Giulio II - Architettura, feste, antichità - Gli occhi dell’agente - Modelli e strategie di magnificenza – II. “La corte mai non si è firmato in loco veruno”. Il viaggio diFederico Gonzaga al seguito di Francesco I re di Francia - Antichità, rituali, reliquie - Lo spazio della corte - L’immagine del re – III. “Il modo da spendere, et bisogno di casa”. I palazzi delcardinale Ercole Gonzaga nella Roma papale - Spazio e potere - Comunicazione e controllo - Il network di Ercole Gonzaga – IV. “Vitruvius cum anotationibus”. Erudizione e attività architettonica di Ercole Gonzaga - Un cardinale e le arti - Letture e discussioni vitruviane - trategie di comunicazione e autorappresentazione – V. “Cum parole e cum dissegno”. Letterati e architettura - Parlare - Scrivere - Abitare - Tra Mantova e Roma: i Capilupi – EpilogoAPPARATI: Appendice documentaria - Regesto delle residenze dei Gonzaga e dei progetti ordinati orealizzati a Roma da committenti mantovani (1460-1612) - Cronologia del viaggio di Federico Gonzaga in Francia (1516-1517) - Bibliografia - Indice dei nomi di persona e di luogo - Referenze iconografiche