SCHEDA

L'opera

Il Castello di Giulio II nel Borgo di Ostia Antica è uno degli edifici fortificati meglio conservati dell’area romana. Nell’area del Castello e del Borgo nel secolo scorso è stata rinvenuta una vasta quantità di ceramiche medievali e rinascimentali, con alcuni esemplari di particolare pregio artistico, che sono testimonianza delle abitudini di vita e delle relazioni commerciali della popolazione locale, della guarnigione militare di stanza nel Castello ostiense e della corte papale che in alcuni periodi ha risieduto nella Rocca di Ostia.
Con il restauro conservativo di queste ceramiche, da mensa e da cucina, si è completato l’ultimo tassello di un complesso ed articolato studio analitico delle diverse tipologie e classi di materiali rinvenuti negli scavi ostiensi.
Le ceramiche rinvenute negli scavi ostiensi sono ora oggetto di un primo allestimento museale, realizzato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici di Ostia all’interno del Castello di Giulio II.

Sommario

Introduzione, Anna Gallina Zevi, Simona Pannuzi - Presentazione, Sergio Baronci - Il Borgo di Gregoriopoli ed il Castello di Giulio II, Simona Pannuzi - La produzione ceramica del Rinascimento a Roma e nel Lazio, Simona Pannuzi - Le ceramiche tardomedievali e rinascimentali conservate nel castello di Ostia Antica, Simona Pannuzi - Le indagini archeometriche, Maria Pia Riccardi, Bruno Messiga - Il restauro dei materiali ceramici, Tuccio Sante Guido - Schede delle ceramiche, Simona Pannuzi - Bibliografia