SCHEDA

L'opera

La genialità dell’artista bolognese Giovanni Francesco Grimaldi (1605/6-1680), prolifico disegnatore e autore di opere da cavalletto, cicli decorativi, apparati effimeri, arredi, è ripercorsa nel presente volume monografico. Impresario conteso dalle famiglie più importanti del panorama romano come i Borghese, i Pamphilj e i Falconieri, Grimaldi fu collaboratore di artisti del calibro di Alessandro Algardi e Pietro da Cortona, ai quali si affiancarono altre personalità come quella di Pietro Santi Bartoli, Giacinto Calandrucci e Ciro Ferri. Una serrata narrazione ripercorre criticamente la carriera dell’artista, indagata attraverso nuovi spunti di riflessione che consentono all’autrice di collocare la figura di Grimaldi tra le maglie di un’epoca multiforme come quella barocca, alla quale l’artista seppe dare un volto deciso, che si riflesse nella produzione pittorica del secolo successivo.

L'autore

Danuta Batorska, nata a Hajnówka (Polonia), risiede negli Stati Uniti dove ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Storia dell’Arte con i professori Marcel Roethlisberger e Carlo Pedretti presso l’UCLA (University of California, Los Angeles). Ha insegnato Storia dell’Arte all’University of Houston, Central Campus e, negli anni, ha condotto ricerche sull’arte barocca italiana approfondendo le figure di Giovanni Francesco Grimaldi, Pietro Santi Bartoli, Giovan Francesco Romanelli e l’arte eroica del pittore polacco Jan Mateiko.
Attualmente ha in corso di preparazione uno studio sulle artiste polacche dal Settecento ai giorni nostri.

Sommario

Prefazione – La famiglia e la vita professionale - Le prime opere - La prima opera importante: la decorazione della Galleria Peretti - Villa Doria Pamphilj e San Martino ai Monti - Parigi - La Galleria di Alessandro VII e Santa Maria in Trivio - Il mecenatismo dei Santacroce - Il mecenatismo dei Nuñez - Gli ultimi progetti decorativi di Grimaldi - Il mecenatismo dei Borghese - Dipinti, disegni e due acqueforti - L’effimero - Grimaldi disegnatore – Catalogo ragionato – Bibliografia