SCHEDA

L'opera

La via Appia, ‘regina viarum’, continua a manifestare, seppur in maniera intermittente, la sua importanza come asse stradale durante tutti i secoli del Medioevo. La storia della sua sopravvivenza è intimamente connessa alla nascita dei castra e degli insediamenti urbani voluti dalle famiglie baronali e dalla Chiesa e alla diffusione di diverse fondazioni abbaziali, tra cui in particolar modo quelle cistercensi. Lo studio dei monumenti di età medievale, esistenti e non, disposti lungo il suo tracciato, dalle mura Aureliane fino a Terracina, consente la ricostruzione dei linguaggi artistici e delle vicende storico-politiche tra il IV e il XIV secolo.

Sommario

Itinerari tra Roma e Terracina nel Medioevo: l’Appia e il suo sistema viario, Marina Righetti - La chiesa di San Gabriele, o dei Sette Dormienti di Efeso, Nicoletta Bernacchio - Il castrum Caetani sulla via Appia. Architettura e storia di una residenza baronale, Maria Rosaria Rinaldi - L’incastellamento lungo la via Appia: i casi di Albano, Ariccia, Genzano e Lanuvio, Maria Sole Cardulli - Insediamenti e viabilità nel Medioevo tra Velletri e Terracina. La via Appia, la via Pedemontana e le vie secondarie nel tratto pontino, Elisa Parziale - Testimonianze scultoree carolinge a Cori e nel suo circondario, Fabio Betti - Il palazzo del Comune in Marittima. Priverno e i casi di Terracina, Sezze, Ninfa e Velletri, Roberta Cerone - Gli insediamenti degli Ordini mendicanti nella Marittima medievale: il caso di San Domenico di Terracina, Livia Patta - Nuovi dati per la storia costruttiva e decorativa della cattedrale di Terracina nel Medioevo, Mariella Nuzzo, Maria Teresa Gigliozzi, Nuovi elementi per la fase altomedievale della cattedrale di Terracina e inedite testimonianze dell’intervento ‘desideriano’, Maria Teresa Gigliozzi - La decorazione pittorica della cattedrale di Terracina dal x al xiv secolo alla luce delle recenti scoperte, Mariella Nuzzo – Bibliografia