SCHEDA

L’AUTORE

Gabriele Morrione è nato a Cento (Ferrara) nel 1947. Da molti anni vive e lavora a Roma, sia come architetto sia come fotografo d’arte, d’architettura, di ritratto e di nudo femminile. Ha curato mostre per enti pubblici e personali, pubblicando numerosi libri e cataloghi per Romana Libri Alfabeto, Centro Culturale dell’Immagine ‘Il Fotogramma’, Edizioni Kappa, Borla, Voland, La camera verde e Infinito Edizioni.

L’OPERA

Un libro che raccoglie un sogno durato oltre quarant’anni, realizzato da un architetto/fotografo innamoratosi di Istanbul nel 1973 e che, prima di realizzare questo libro, ha messo insieme una biblioteca specializzata di libri antichi e moderni sulla città e migliaia di fotografie, eseguite periodicamente fino al 2015. 178 brani letterari di quasi 90 diversi autori descrivono la città ottomana (dalla conquista del 1453 alla città di oggi), in ogni suo aspetto. Centinaia di fotografie dell’autore illustrano tutti i capitoli e gli apparati finali, unitamente a incisioni di ogni epoca, fotografie d’antan e cartoline vintage. Un ritratto di Istanbul assolutamente unico nel suo genere.

SOMMARIO

PRESENTAZIONI: Istanbul, non solo mille suggestioni..., Carlo Marsili - Istanbul, uno stile di vita, Selahattin Alpar – CONTRIBUTI: Ritornando al Gran Bazaar, Antonio Chiari - Potere e committenza dall’interno dell’harem ai tempi di Solimano il Magnifico, Paola Sonia Gennaro - A Istanbul con l’Orient-Express, Ennio Remondino - Un antico sogno, Nota dell’Autore – I CAPITOLI: 1. La città e il mare - 2. Santa Sofia - 3. Prime grandi moschee e l’evoluzione della külliye - 4. L’opera di Sinan - 5. Il gran serraglio del Topkapi - 6. Moschee successive a Sinan - 7. Bazaar e Han - 8. Hamam - 9. Cimiteri - 10. Alcuni elementi caratteristici della città (Abitazioni in legno; stazioni ferroviarie e marittime, chioschi, fontane) - 11. Il ponte di Galata e la città europea - 12. Personaggi particolari legati alla città (Pierre Loti, Raimondo D’Aronco, Ara Güler) - 13. La religione - 14. Istanbul oggi, eredità degli Ottomani (Bambini, Botteghe appassionate, Cani, gatti e altri animali, Decorazioni nella metro, Fumeria di narghilè, Mestieri di strada, Motociclette versatili, Murales e decori commerciali, Parchi pubblici e alluvione di fiori in città, Persone, Ramazan, Patria è il luogo dove sventola la bandiera) – APPARATI FINALI: Appendice I – Cronologia dei Sultani e dei principali avvenimenti edilizi della città. Appendice II – Bibliografia. Appendice III – Glossario. Appendice IV – Indice degli Autori dei brani letterari citati.