SCHEDA

LA CURATRICE

Ilaria Schiaffini insegna Storia dell’arte contemporanea e Storia della fotografia alla Sapienza. Si è occupata di cultura simbolista, di arte d’avanguardia e dei rapporti tra arti visive e fotografia. Ha pubblicato i volumi: Umberto Boccioni, Stati d’animo. Teoria e pittura (2002), Vittore Grubicy de Dragon, Scritti d’arte (2009), Arte contemporanea: metafisica, dada, surrealismo (2011). Ha curato inoltre (con R. Perna): Per un museo della fotografia a Roma (2012), Etica efotografia. Potere, ideologia e violenza dell’immagine fotografica (2015), La fotografia a Roma: proposte per un museo (2016); (con V.C. Caratozzolo e C. Zambianchi) Irene Brin, Gaspero del Corso e la Galleria L’Obelisco (2018). Dal 2016 è responsabile dell’Archivio Storico Fotografico e Vice-direttrice del Museo Laboratorio di Arte Contemporanea della Sapienza.

L’OPERA

Questo volume riporta alla luce la Fototeca istituita alla Sapienza da Adolfo Venturi, che nel 1901 ottenne la prima cattedra universitaria di Storia dell’arte in Italia e fondò la Scuola di Perfezionamento per formare i futuri studiosi, docenti e responsabili della tutela del patrimonio. La raccolta occupa una posizione unica tra le fototeche universitarie italiane per antichità e consistenza (circa 65.000 stampe fotografiche e 35.000 diapositive in vetro). La mostra al Museo Laboratorio di Arte Contemporanea presenta per la prima volta una selezione di fotografie della parte originaria del fondo, recentemente inventariata, che raffigurano per lo più dipinti del Quattrocento e del Cinquecento. Il libro ricostruisce il significativo contributo del padre della storia dell’arte italiana alla diffusione della fotografia di riproduzione. Nel concepire unitariamente la tutela del patrimonio nazionale, la ricerca scientifica e la formazione, Venturi identificò nel medium di recente invenzione un formidabile strumento di esattezza documentaria e verifica comparativa, che lo portò a sperimentare pionieristicamente l’uso massiccio della fotografia nella didattica e nell’editoria artistica illustrata. In un momento di rinnovata attenzione nazionale e internazionale per gli archivi fotografici, tali materiali offrono nuovi percorsi di ricerca per la storiografia artistica, per la storia del restauro, del collezionismo e della fotografia.

SOMMARIO

Presentazioni, Antonello Folco Biagini, Marina Righetti, Claudio Zambianchi - Introduzione, Ilaria Schiaffini - Adolfo Venturi e la fotografia: ricerca, editoria e didattica, Ilaria Schiaffini - La rinascita di un archivio. Conservare e valorizzare il fondo fotografico di Adolfo Venturi, Emanuela Iorio - La conservazione dell’Archivio Storico Fotografico di Adolfo Venturi: un’esperienza di formazione, Federica Delia - Adolfo Venturi e la ditta Braun, Ilaria Schiaffini - Adolfo Venturi e il Gabinetto Fotografico Nazionale durante la direzione di Giovanni Gargiolli, Benedetta Cestelli Guidi - I libretti delle lezioni per il corso di Storia dell’Arte Medievale e Moderna e per il Perfezionamento alla Sapienza nei primi anni del Novecento (1908-1928), Maria Onori - L’arte di falsificare l’arte. Michele Lazzaroni e la Fototeca di Adolfo Venturi, Loredana Lorizzo - Adolfo Venturi e la palingenesi dell’immagine nel libro d’arte, Stefano Valeri – CATALOGO a cura di Ilaria Schiaffini e Maria Onori – SCHEDE – Bibliografia