SCHEDA

L’OPERA

Nel presente volume storici dell’arte, architetti e paesaggisti, storici, archeologi e sociologi urbani analizzano l’urbanistica romana durante il ventennio fascista in modo interdisciplinare discutendo metodologie e prospettive diverse. Tale approccio rispecchia da un lato la vasta gamma di discipline che attualmente si occupano dello studio della storia dell’urbanistica e dall’altro rivela anche i meccanismi urbanistici messi in opera nel periodo in questione: oltre a politici e investitori, furono infatti soprattutto gli architetti, gli storici dell’arte e gli archeologi a partecipare alla creazione della Roma fascista. Presentando i loro progetti in pubblicazioni, conferenze e convegni, essi cercarono di ampliare il loro raggio d’influenza, assunsero incarichi politici e fondarono enti e associazioni. L’esame interdisciplinare di questo periodo permette perciò una comprensione più profonda sia delle figure di pensiero sia delle correlazioni operanti alla sua base. Il risultato non è un semplice volume miscellaneo incentrato su questo importante esempio di urbanistica europea del XX secolo, ma un’analisi basata su casistiche esemplari che offre uno sguardo approfondito su molti aspetti finora trascurati della pianificazione urbanistica voluta da Mussolini.

SOMMARIO

Introduzione, Christine Beese, Ralph-Miklas Dobler – Politica edilizia - Il riuso dell’antico: einige Protagonisten der Neugestaltung Roms während des Ventennio, Sylvia Diebner - Sfollare o affollare le città? Decentramento e inurbamento nell’urbanistica romana durante il Fascismo, Daniela Spiegel – Urbanistica e rappresentazione - The urbanism of Armando Brasini in Rome, Steven W. Semes, Progetti per un ‹Foro Littorio› a Roma (1924–1926). Marcello Piacentini alla ricerca di un linguaggio urbanistico per rappresentare il fascismo, Christine Beese - Via dell’Impero, via dei trionfi, Ralph-Miklas Dobler – Urbanistica e infrastrutture – «Lo specchio dell’andamento della Nazione». Lo sviluppo della rete ferroviaria e delle stazioni romane sotto la gestione del Ministero delle comunicazioni, Katrin Albrecht - Raffaele de Vico und die Grüngestaltung im norden Roms während des Ventennio, Ulrike Gawlik, Il dibattito internazionale – Zwischen grenzübergreifender Standardisierung und nationalem Lobbying. Der internationale Kongress für Wohnungswesen und Städtebau in Rom 1929, Phillip Wagner - Die Entdeckung des Ambiente. Gustavo Giovannoni und der Beginn der modernen Städtebautheorie in Italien, Klaus Tragbar - L’urbanistica a Roma durante il Ventennio fascista in una prospettiva europea, Harald Bodenschatz - Indice dei nomi